Dolore della fascia anteriore o antero-interna della coscia

Curare la cruralgia con l’ozonoterapia


Scopriamo insieme cos’è la cruralgia e come è possibile curarla con l’ozonoterapia.

Dolore diffuso lungo la faccia anteriore o antero-interna della coscia, che segue il decorso del nervo crurale (quando invece il dolore origina dalla colonna vertebrale lombare e si irradia posteriormente lungo la coscia fin sotto il ginocchio, si parla di sciatica o sciatalgia) .

Quando il dolore comprende anche la schiena lombare e continua per tutto il decorso del nervo crurale si parla di lombocruralgia. La lombocruralgia è molto simile alla lombosciatalgia ma, invece di interessare il nervo sciatico colpisce il nervo crurale. È meno frequente rispetto alla lombosciatalgia ma in alcuni casi può comparire contemporaneamente ad essa. I sintomi si avvertono a livello lombare nella regione inguinale, a livello dell’anca e nella parte anteriore-interna della coscia fino al ginocchio. A differenza della lombosciatalgia, la lombocruralgia non da sintomi fino al piede.

La cruralgia si definisce acuta quando ha una durata minore di 1 mese, subacuta quando si protrae fino a 3 mesi e cronica quando dura più di 3 mesi.

cruralgia
CRURALGIA

I SINTOMI


Il dolore compare generalmente dopo uno sforzo o dopo episodi di lombalgia e può iniziare in maniera violenta o progressiva.

Nei casi più gravi si possono verificare alterazioni della sensibilità cutanea lungo la fascia antero-interna della coscia, formicolii, riduzione del riflesso rotuleo e progressiva riduzione del tono e della forza muscolare del muscolo quadricipite (con progressiva difficoltà a salire le scale).

CRURALGIA

LE CAUSE


Non esiste una sola causa ma sono molteplici i fattori che favoriscono l’insorgenza di questo dolore. La causa più comune è l’irritazione o la compressione della radice del nervo crurale dovute ad un’ernia o ad una protrusione del disco intervertebrale L3-L4. (Quando è interessata la radice L5 o S1 si ha, invece,  la sciatalgia). Altre cause possono essere la stenosi del canale lombare o la spondilolistesi (lo spostamento in avanti di una vertebra rispetto alla vertebra sottostante)

La lombocruralgia può essere causata da patologie di pertinenza urologica o ginecologica, o da patologie sistemiche come il diabete, l’artrosi, l’iperparatiroidismo, l’ipertiroidismo, il mieloma multiplo, una grave osteoporosi o patologie neoplastiche.

Solo una visita medica e accertamenti mirati consentono una precisa diagnosi.


Come agisce l’ozono

  1. azione antinfiammatoria attraverso la riduzione delle sostanze mediatrici dell’infiammazione stessa, come le prostaglandine, l’istamina e le citochine pro infiammatorie
  2. Azione antidolorifica per inattivazione dei mediatori algogeni  e induzione alla produzione di endorfine
  3. miglioramento della microcircolazione locale con miglioramento dell’ossigenazione locale dei tessuti e conseguente effetto antidolorifico, antinfiammatorio e rilassante per la muscolatura
  4. azione diretta sulla cruralgia con riduzione del volume

Occorrono circa 2 settimane per avvertire i benefici del trattamento. A lungo termine, può ottenersi la riduzione del volume  grazie all’effetto disidratante dell’ozono sul disco intervertebrale.

Quale tecnica di per la cruralgia

La tecnica che ha dimostrato maggiore efficacia è l’ozonoterapia intraforaminale Rx guidata con percentuali di successo che arrivano al 90% dei pazienti trattati evitando però l’intervento al 95-97% dei pazienti.

Attraverso l’uso di un amplificatore di brillanza o della TAC l’ago viene posizionato a pochi millimetri dal disco paravertebrale.
La precisione millimetrica differenzia il trattamento intraforaminale dai comuni trattamenti paravertebrali. La vecchia tecnica paravertebrale prevedeva da dieci a quindici trattamenti.

Il trattamento si esegue in ambulatorio, dura pochi minuti.

Quante sedute di ozonoterapia intraforaminale

Vengono effettuati quattro trattamenti. L’accuratezza del posizionamento dell’ago permette di ridurre infatti il numero di trattamenti  aumentandone l’efficacia.

E’ dolorosa o pericolosa?

Il trattamento si esegue in ambulatorio, dura pochi minuti, è sicuro, adatto a tutti e non ha effetti collaterali. Il paziente avvertirà solo il fastidio legato all’iniezione e subito dopo, per qualche minuto, una sensazione di gonfiore alla schiena.

Prima della seduta infiltrativa

Non è necessaria alcuna preparazione e non è necessario essere accompagnati, compatibilmente con il dolore preesistente legato alla protrusione discale con l’età del paziente. Non è necessario alcun digiuno e non si devono sospendere le terapie in corso.

Dopo la seduta infiltrativa

Due passi possono aiutare a rilassare la muscolatura prima di salire in auto. Se il percorso prevede una lunga permanenza in auto può essere utile interrompere il viaggio ogni ora per camminare qualche minuto.

Posso andare al lavoro dopo la seduta?

Si potrà tornare alle normali attività subito dopo la seduta. E’ bene però che il paziente eviti di compiere sforzi, sollevare pesi e svolgere attività sportiva.


Quando ricorrere al medico

Se si avvertono i sintomi della cruralgia, la prima cosa da fare è sottoporsi alla vista del proprio medico di famiglia, che potrà richiedere accertamenti mirati.

Trattare la cruralgia con l’ozonoterapia

Nei casi di cruralgia fino a poco tempo fa si raccomandava il riposo a letto, oggi si tende invece a ridurre il riposo forzato e a curare la patologia inizialmente con farmaci antiinfiammatori, decontratturanti e analgesici, quindi con l’ozonoterapia.

Aggiornati sull’ozono terapia

Ozonoterapia NEWS


Category filter:AllCruralgia
No more posts
Fissa un appuntamento o richiedi un consulto

OZONOTERAPIA VARESE


CONTATTI

Tel.: 0332 1647858
Whats App: 375 5274217
Email: terapiaozono.it@gmail.com

ORARIO

Da lunedì a venerdì
dalle 8.00 alle 20.00
Sabato dalle 9.00 alle 14.00

DOVE SIAMO

Casa di Cura Fondazione Borghi
Via Petrarca, 33
21020 Brebbia (VA)


×