L’ozonoterapia è il trattamento dell’artrosi cervicale e lombare

cervicale-terapia-ozono-1.jpg

L’ozonoterapia in modo non invasivo e senza effetti collaterali è indicata nell’artrosi grazie alla sua azione antinfiammatoria. L’ozonoterapia riduce notevolmente il dolore, sia nell’intensità che nella frequenza e migliora la mobilità, rallentando l’evoluzione della patologia. Impostando una terapia di mantenimento adeguata, è possibile prolungare a lungo i periodi di benessere.

L’artrosi della colonna vertebrale è una patologia per la quale attualmente non esiste una cura risolutiva, si tratta infatti di un processo di degenerazione progressivo delle cartilagini, accompagnato da uno stato infiammatorio che coinvolge tutta l’articolazione, compresi i muscoli e i tendini che su di essa si inseriscono.

I sintomi dell’artrosi cervicale

Dolore al collo, rigidità soprattutto al risveglio con limitata mobilità sono i sintomi tipici. Molto frequentemente si associa mal di testa, talvolta con vertigini, o dolore alle spalle e alle braccia.

Quando la malattia prosegue si sviluppano sintomi da infiammazione dei nervi: sensazione di intorpidimento del braccio, formicolio, sensazione di mancanza di forza.

I sintomi dell’artrosi lombare

Dolore lombare con rigidità al risveglio, una rigidità che si risolve dopo i primi minuti. Sintomi da infiammazione dei nervi delle gambe con intorpidimento, debolezza, formicolio. I sintomi sono spesso bilaterali e, nelle fasi avanzate di malattia possono ridurre l’autonomia alla camminata. Il paziente ha spesso necessità di sedersi o di fermarsi perchè le gambe diventano pesanti e dolenti.

Cosa succede alla vertebre e ai dischi

artrosi lombare e ozonoterapia dottor zambello

La progressione del danno artrosico porta alla comparsa di nuove formazioni ossee sulle vertebre, chiamati “osteofiti”, e a un’indiretta sofferenza dei dischi intervertebrali, che si riducono di spessore e determinano una progressiva rigidità della collo.

Osteofiti e dischi intervertebrali deformati in ernie o protrusioni possono creare compressione sulle radici ( si parla di “pizzicamento” delle radici, “pinching” in inglese) o sul midollo spinale aggravando ulteriormente il quadro degenerativo e infiammatorio.

Gli osteofiti colpiscono in particolare le faccette articolari, facendole diventare più grandi. Questa condizione è chiamata ipertrofia delle faccette articolari. Sebbene gli osteofiti da soli non siano dannosi, possono restringere i passaggi del midollo spinale e dei nervi che escono dalla colonna vertebrale. Ciò può portare a due condizioni dolorose:

Stenosi spinale : compressione del midollo spinale all’interno del canale spinale

Radicolopatia : da pizzicamento dei nervi periferici quando escono dalla colonna vertebrale: la sciatica è un tipo di radicolopatia.

Il trattamento infiltrativo con l’ozono è molto più sicuro e rapido se si utilizzano infiltrazioni mirate. La guida radiologica è essenziale.

Molti pazienti chiedono se possa essere utilizzata l’ecografia per eseguire queste infiltrazioni. Purtroppo l’ecografia non può essere utilizzata sulla colonna vertebrale per la presenza delle stesse vertebre. L’osso non permette alcuna visione perchè agisce come schermo alle onde sonore dell’ecografo ed impedisce di documentare la corretta posizione dell’ago e del gas in prossimità delle vertebre.

L’ecografo è invece perfetto nelle infiltrazioni dell’anca, della spalla e dei tendini. Metodiche abitualmente utilizzate dal dottor Zambello.

Sei interessato?

CHIEDI UN APPUNTAMENTO


Contattaci ora

Tel.: +39 0332 1720020
Whatsapp: +39 375 5274217
Email: terapiaozono.it@gmail.com

Orario

Da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 18.30
sabato dalle 9.30 alle 11.30

Dove siamo

Casa di Cura Fondazione Borghi
Via Petrarca, 33 – 21020 Brebbia (VA)

×