Artrosi dell’anca e ozonoterapia

Sunday, May 17, 2020 @ 07:05 AM
Author: admin

L’azione antinfiammatoria della miscela di ossigeno-ozono è utilizzata a livello articolare: nell’articolazione del ginocchio, che nell’anca. La somministrazione nell’anca deve avvenire con guida ecografica.

L’associazione di ozono ed acido ialuronico unisce l’azione antinfiammatoria dell’ozono alla capacità lubrificante dell’acido ialuronico. Il gas iniettato nell’articolazione con guida ecografica permette anche una migliore visualizzazione dell’anca, confermando ulteriormente la corretta sede d’iniezione.

This image has an empty alt attribute; its file name is image-34.png

L’acido ialuronico è un componente naturale del liquido sinoviale, cioè del liquido presente nelle nostre articolazioni con lo scopo di proteggere la cartilagine dall’usura. Il liquido sinoviale, infatti, nutre la cartilagine e funziona anche come ammortizzatore.

Il naturale processo di invecchiamento riduce progressivamente la quantità

Il liquido sinoviale nelle articolazioni e, mancando il lubrificante, aumentano gli attriti all’interno delle articolazioni.

L’acido ialuronico ha dimostrato di essere particolarmente efficace nella cura e nella prevenzione dell’artrosi.

Le infiltrazioni all’interno dell’articolazione possono ridurre il dolore ed accelerare i processi riparativi, specie nelle artrosi di media e modesta entità. Questi trattamenti non permettono certo di ricostituire una cartilagine usurata ma in molti casi permettono di ritornare a svolgere quelle attività quotidiane che si erano progressivamente abbandonate e di ritardare l’intervento chirurgico. La sua azione non è definitiva e ciò rende necessaria la ripetizione della cura ogni 6-12 mesi.

L’articolazione dell’anca è però difficilmente raggiungibile senza un adeguato sistema di guida. Per questo motivo le somministrazioni intrarticolari dell’anca devono essere effettuate esclusivamente con guida ecografica.


Lascia un commento