Riduzione del volume dell'ernia del disco con ozonoterapia a MilanoLa riduzione dell’ernia discale ossia la regressione spontanea dell’ernia del disco secondaria alla disidratazione è un argomento molto dibattuto in medicina. Alcuni medici si chiedono se la rimozione chirurgica del nucleo polposo estruso sia davvero necessaria quando la scomparsa spontanea di un ernia del disco lombare è un fenomeno ben noto. Sfortunatamente, senza regressione spontanea, il dolore cronico porta a una disabilità progressiva per la quale la chirurgia sembra essere l’unica soluzione. 

Negli ultimi anni, diversi studi hanno dimostrato l’utilità dell’ossigeno ozonoterapia nel trattamento dell’ernia del disco, con conseguente riduzione del disco ossia una riduzione dell’ernia discale.

Questo studio retrospettivo valuta gli esiti di una serie di pazienti con una storia di ernia dei dischi di dimensioni neuroradiologicamente invariate da oltre due anni, trattati con ozonoterapia nei nostri centri negli ultimi 15 anni. 

Abbiamo trattato 96 pazienti, 84 (87. 5%) presentavano lombalgia associata a sciatica cronica. Nessuna terapia farmacologica aveva prodotto benefici significativi. Un certo numero di specialisti era stato consultato nei due o più anni precedenti con il risultato di diverse scansioni neuroradiologiche prima della decisione d’intraprendere l’ossigeno ozonoterapia intraforaminale mirata con guida radiologica. 

Il nostro studio documenta come la terapia con ozono per i dischi erniati ed “invariati nel tempo” abbia risolto il problema, con una riduzione significativa delle dimensioni della deformazione del disco (ernia o protrusione spinale), espulso nel canale spinale.